sabato 29 dicembre 2012

Ciondolo indiano


Ho la fissa dei ciondoli ma nonostante questo ne compro pochissimi perchè tendo a indossarne sempre e solo uno, come per esempio il cuore di Tiffany che ho preso a NY.
In pratica mi piace prenderli per ricordarmi di una città che mi è rimasta nel cuore, e per tenerli come promemoria, un ricordo materiale di un momento ben preciso.
Ieri sono stata a Pescara - che è una cittadina che adoro da sempre - e nel mio peregrinare tra i vari e bellissimi negozietti ho trovato questo ciondolo da un indiano, è un sonaglino lavorato che trovo semplicemente fantastico.
Mi ricorderà la mia gita a Pescara, la mia cittadina preferita ed in generale una bellissima giornata!

domenica 23 dicembre 2012

E poi tutto torna come prima.

Tutto è tornato in "ordine"
Tutto è com era
e lascio andare senza interrogarmi.
Forse sbaglio a non preoccuparmi...
forse accadrà di nuovo....
Mi chiedo se poi resisterò o cadrò in mille pezzi.

mercoledì 19 dicembre 2012

Scarpe Zara


In passato compravo scarpe con la frequenza con cui si acquista....
il pane e il latte!
Ora vuoi la "famiglia" e soprattutto le bollette da pagare, devo trattenermi molto.
Facendo un rapido calcolo mentre prima acquistavo quasi un paio di scarpe ogni mese - e sì, non facevo in tempo neanche a consumarle, che erano fuori moda - ora in generale, tenendo conto di quest anno, dovrei aver comprato un 5\6 paia di scarpe e devo dirlo, mi manca comprare scarpe, ma acquistandone di meno, le uso e mi da molta più soddisfazione comprarle.
Ieri a Zara ho trovato quest occasione, 19.90 in saldo e BELLISSIME!!!

mercoledì 5 dicembre 2012

Assente.

Ovviamente in questi giorni sono particolarmente assente, a volte capita anche che ho l ipad tra le mani, ma a parte qualche notiziola fugace corro subito a sbaciucchiarmi la mia nipotina...
che è, ovviamente, la cosa più bella dell universo.

venerdì 30 novembre 2012

L ultimo giorno - Glenn Cooper

 
Trama:
Milano, oggi. È la crisi più grave che il mondo abbia mai attraversato. Disorientati, giovani e anziani, credenti e atei si pongono tutti le stesse, angoscianti domande: cosa faranno ora che il più grande sogno dell'umanità si è trasformato in un incubo? Cosa succederà allo scoccare dell'ultimo giorno?
Boston, qualche mese prima. È l'indagine più complessa che Cyrus O'Malley abbia mai affrontato. Sconvolto, il detective dell'FBI osserva le foto delle vittime: per l'ennesima volta, si chiede perché, dopo averle strangolate, il serial killer abbia praticato loro un minuscolo foro alla base del cranio. Per Cyrus, quel caso è diventato un'ossessione.
Londra, 1988. È la sensazione più travolgente che Alex Weller abbia mai provato. In estasi, il ragazzo osserva il fiume di luce che scorre davanti a lui: sull'altra sponda c'è suo padre, che lo esorta a raggiungerlo. Ma, per quanto si sforzi, Alex non riesce a muoversi e, d'improvviso, si trova di nuovo incastrato fra le lamiere, sul luogo del terribile incidente d'auto che ha causato la morte dei genitori. Da quel momento, Alex avrà un solo obiettivo: rivivere quell'esperienza. E non importa se, per farlo, sarà costretto a uccidere...


Ultimamente leggere libri senza aver letto la trama risulta vincente.
Mi è successo con la saga di Red, Blue e Green e mi è capitato nuovamente con questo libro.
Sono andata sul sicuro, questo è certo, di Cooper ho già letto:
La biblioteca dei morti
e
Il libro delle anime 
che mi sono piaciuti moltissimo, e questo romanzo non è da meno, anzi mi ha stupito ancora una volta con una trama adrenalinica ed avvincente - vado a letto tardi e leggo solo a letto, e prima delle 02.30 spegnere il Kindle mi era impossibile - .
Cooper ha un modo di scrivere diretto, ma allo stesso tempo riesce a farti entrare nella scena, nelle sfaccettature del personaggio (Cyrus mi è sembrato molto un "diverso" Will Piper, mi piacciono tanto i suoi personaggi imperfetti ed eroi nell essere così umani!) e nella vicenda stessa.
Se hai voglia di un thriller ben orchestrato te lo consiglio vivamente, la storia mi ha appassionato molto, come era già accaduto nei primi due libri di Cooper che ho letto, forse in un certo senso questo romanzo è leggermente più "INTUITIVO"....cosa intendo, mentre negli altri due libri non riuscivi a capire cosa poteva accadere da un momento all altro, qui a causa anche di vicende storiche già accadute nel nostro mondo (vedi Sette Religiose) hai già un idea di dove vada a parare, ma nonostante questo resta davvero un bel romanzo.

Buona lettura.

giovedì 29 novembre 2012

Ancora qualche ora...


...e ti abbraccerò!
Finalmente conoscerò la mia nipotina, la terrò tra le braccia, la riempirò di baci e la inonderò di coccole.
Sono tre mesi che aspetto di conoscerla, e anche se una parte di me è lì a ricordarmi che poi tornerà di nuovo così lontano dove vive - 9200 km - ho deciso che mi godrò questo mese il più possibile!
Internet, skype, facebook, niente di tutto questo, può colmare tutto quello che potrò avere questo mese insieme a lei, e lo dico nonostante mi senta fortunata di poterla vedere tutti i giorni e con dei genitori fantastici che nonostante siano impegnati con lei, hanno la pazienza necessaria per rendere noi, così lontani, partecipi di ogni cosa con video, foto e registrazioni anche vocali, tutti i santi giorni!!!
La tecnologia aiuta tantissimo in queste situazioni ed è una cosa meravigliosa!!!
Ma voglio accarezzarla, baciarla e coccolarla dal vivo...non vedo l ora di partire per avere il nostro primo incontro lì in aeroporto dove in un certo senso, si mescoleranno tutte le nostre emozioni nei prossimi anni, ogni volta che verrà e ogni volta che purtroppo andrà via!

Love of my life!!!!

Osservo e ascolto.

Le persone intelligenti tacciono
Gli idioti straparlano.
Sei un IDIOTA!
.
.
.
(ma io già lo sapevo!)

sabato 24 novembre 2012

The Giver - Lowry Loris

Trama:
Jonas ha dodici anni e vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non esistono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto quello che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte o profondità emotive, ma neppure a incertezze o rischi. Ogni unità familiare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene affidata dal Consiglio degli Anziani nella Cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento sta arrivando... 

Ecco dov è il bello della lettura quello che non piace a me, piace a te....o viceversa.
Di questo libro in giro ho letto cose belle e d altra parte mi trovo d accordo con loro ma poi a un certo punto il mio entusiasmo si spegne.
E' un libro per ragazzi , dicono, personalmente non è una cosa che guardo quando compro un libro, rispondo a semplici domande:
 - ci sono parole dentro?
 - oltre il titolo m intriga anche la copertina?!
Bene, vale la pena di leggerlo!
Poche semplice regole per essere un lettore!
Il testo è scorrevole, sono d accordo.
La storia è avvincente, sono d accordo.
Anzi proprio a proposito della storia mentre leggevo mi dicevo
"Wow! Mi piace questa sensazione!!!"
M irritava tantissimo la società prestabilita creata nel futuro, spronava il mio senso di ribellione!
Però mentre ero lì a leggere la struttura di questa società e a capirne i meccanismi, guardavo il libricino, ed essendo una lettrice, direi attenta, mi dicevo:
"Questo libro mi delude, perchè le pagine rimaste sono poche e non ce la farà a svilupparsi come secondo me dovrebbe...."
Ma volevo sapere, e nonostante ero certa della delusione, il libro è troppo ben fatto per mollarlo lì in libreria.
Morale l ho divorato, ma mi ha lasciato così scontenta che il mio commento su anobii è stato semplicemente:
"Perchè?!"
In pratica mi è dispiaciuto il corri corri verso la fuga lasciando le cose in sospeso, nonostante ORA sono venuta a scoprire che è una trilogia.

Appunto, cercando la copertina dicono che ci sarà un seguito, o il seguito è già in libreria
Questo dovrebbe essere anche la prova che acquisto libri così come dico, titolo - copertina, non sono una che si studia che libri vorrebbe, ma dice che acquista a caso per essere "speciale", anzi secondo me è meglio chi studia cosa acquistare almeno evita più facilmente delusioni, o d incappare in trilogie...
(QUANTO ODIO LE SAGHE!!!!)
Tornando a The Giver gli altri due libri si chiameranno
Gathering BlueMessanger
ANZI potrebbero essere già usciti!!! Non ne ho idea anche perchè al momento non ho intenzione di comprare alcun libro perchè devo assottigliare la mia lista libri da leggere e ce ne sono TANTISSIMI.

Diciamo che vedremo come si svilupperà.
Ma non ho idea di quando lo farò.

Buona lettura sempre!!!

venerdì 23 novembre 2012

Pensieri.


E nonostante tutto, non riesco a provare rancore.
Non tornerò indietro, non ritornerò sulle mie decisioni,
resterà tutto così come si è trasformato.
Un velo di grigio su ogni ricordo.

La delusione
è orribile.

mercoledì 21 novembre 2012

Green - Kristen Gier

Trama:
Che si fa quando si ha il cuore spezzato? Si telefona alla migliore amica, si mangia cioccolato e ci si macera nel proprio dolore. Solo che Gwendolyn, viaggiatrice nel tempo suo malgrado, dovrebbe conservare tutte le sue energie per altre cose: sopravvivere, per esempio. Perché la trappola che il temibile conte di Saint Germain ha costruito nel passato è pronta a scattare nel presente...

Pensavo di aver già parlato di questo libro sul mio blog, forse perchè avevo recensito Red e Blue, di fatto il libro l ho finito di leggere già da qualche settimana e come gli altri due mi è piaciuto e mi ha lasciato molto soddisfatta della saga - cosa che non reputavo possibile perchè in generale di saghe non ne voglio più sentir parlare - .
Tutti e tre i libri giacevano nel mio Kindle da moltissimo tempo e non avevo nessuna intenzione di leggerli, alla fine mi sono ritrovata sorpresa a divorarli uno alla volta giorno dopo giorno, sarà stato complice l ombrellone, visto che ero al mare.
In definitiva la saga è avvincente e ricca di sorprese, i personaggi sono davvero ben deliniati, di quelli che quando finisce un libro sai che ti mancheranno e che ti ricorderai per sempre di loro, tipo Xemerius, io l ho proprio adorato!!!!
La sensazione che il libro dovesse terminare e quindi ci fosse come una corsa all ultima pagina, l ho avuta, ma nonostante questo, il finale (riferito del complotto del Conte) mi è piaciuto moltissimo e non mi aspettavo tutto quello che è successo.
Se hai voglia di una serie bella, spensierata e avvincente questa è proprio quella che fa per te!!!

Buona lettura.

lunedì 19 novembre 2012

Cakes - un weekend tutto da decorare.

Questo weekend ho avuto poco per riposarmi, zero per fare le faccende di casa, e limitatissimo tempo per distrarmi un pò.
Sono stata impegnata con due torte su richiesta per un compleanno.
Per fortuna sono stata libera di decidere come confezionarle e in previsione di bimbi è stata fatta al cioccolato.
Il sapore era buono e delicato.
Ovviamente quello che a me piace fare....anzi sperimentare è la decorazione e dopo tanto impegno sono rimasta davvero soddisfatta di entrambe le torte che ho fatto per la prima volta.
Certo...ora ho una casa da rimettere in piedi visto il mio disordine nel fare le cose, c è zucchero a velo anche nella cabina armadio!!!


giovedì 8 novembre 2012

Shame - movie clip

E' una dipendenza.
Sarà la colonna sonora...
sarà Fassbender...
sarà il non raccontato e quello che si percepisce...
sarà che è nelle mie corde.

martedì 6 novembre 2012

Ordinaria follia

Il mio cellulare ha registrato non sò come, un avvenimento, e siccome è un cellulare educato, il suo scopo è che io ricordi l avvenimento, e quindi tra notifiche e messaggi vari, questa sera ha deliberatamente deciso di mandarmi al manicomio.
La cosa orribile è che nn voglio ricordare...
anzi solo vedere quel promemoria urta il mio sistema nervoso...
eppure ha vinto il cellulare perchè dopo una folle corsa al

"cancella quello che ti disturba"

il calendario DRRRRRIIIINNNNN cn i suoi bei suoni e colori mi ha segnato ugualmente la data in questione!!!!
Che odio.
Soprattutto che odio non tollerare delle semplici ed innocue scritte.
Basterebbe ignorarle....eppure mi danno fastidio!!!

A volte la sanità mentale mi manca moltissimo...

sabato 3 novembre 2012

Blue - Krestin Gier


Trama:
Gwendolyn ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani - una setta segreta - inviano nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il cronografo, una missione da cui dipende il destino dell'umanità. Peccato che la sua famiglia non l'avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l'odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo gargoyle fantasma Xemerius, che solo lei Gwen può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire... 

Inutile dire che mi è piaciuto, vero?!
Sembrava chiaro già nella recensione di Red, no?!
In pratica anche questo l ho divorato in un giorno solo, sotto il sole di Zanzibar.
Piacevole come il primo, denso di avventura come il primo, in pratica non è stata la classica delusione da sequel.
Consigliatissimo....e pronti per il prossimo ... "Green"!

Buona lettura.


Red - Kerstin Gier

Trama:

Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...

Era molto tempo che avevo già sotto mano (nel kindle) tutta la saga della Gier, ma per un motivo o per un altro non riuscivo mai a leggerlo soprattutto perchè spesso decido di leggere un libro secondo l umore.
Sapevo che della saga che era un Fantasy ma non sapevo nient altro perchè quando un libro mi viene consigliato da un amica tendo a non leggere niente, neanche la trama - e forse la trama poteva convincermi a leggerlo prima - diciamo che mi fido ciecamente di chi me lo consiglia.
E nonostante lo abbia letto solo ora, ho fatto bene a fidarmi.
Red è il primo della saga e francamente l ho divorato in un attimo, una giornata a dire il vero, e per leggere ho dimenticato anche di fare un tuffo in piscina!!!
Ho amato la storia, la caratterizzazione dei personaggi è ben fatta, il libro ti accende una bella curiosità che si mantiene viva per tutto il romanzo ANZI mi sento di consigliarti di iniziare a leggere Red solo quando hai già tutti i romanzi della serie - Blue e Green - in modo che quando finisci un libro sei già pronto\a a iniziare l altro.
Io ho fatto esattamente così.
Te lo consiglio se sei alla ricerca di un romanzo avventuroso, con una trama complicata - quando ci sono i viaggi del tempo diventa sempre un pò complicato stare dietro ai salti temporali - e che t incuriosisce a tal punto da voler sapere come va a finire.

Buona lettura.

venerdì 2 novembre 2012

My new look

E di questo viaggio africano porterò il ricordo oltre che sulla pelle - abbronzatura & eritema nonostante la protezione 50 - anche "nei capelli".
  

giovedì 1 novembre 2012

Zanzibar....e ritorno

I viaggi sono la cosa per cui vale la pena di vivere la vita.
Più passa il tempo, più viaggio e più ne sono fermamenta convinta.
Torni ricco, ma veramente ricco, di quella ricchezza che nessuna forma di denaro può darti.
Zanzibar mi ha insegnato che....
HAKUNA MATATA!!!
...che si può sorridere tutto il giorno
che la radiosità di un popolo non si misura da quello che hanno di materiale
che la felicità risiede davvero nelle piccole cose
che la frutta così buona non la mangerò mai più
che basta poco per sentirsi felici - anche se ci hanno insegnato che la felicità risiede nelle cose che hai
che i bambini sorridono tutti nello stesso modo
e che in posti come Zanzibar gli adulti sanno ancora sorridere come i bambini.



domenica 21 ottobre 2012

mercoledì 17 ottobre 2012

Couvrance - Fond de teint correcteur fluide

 

E dopo tanto cercare...ho il fondotinta per questo autunno.
A dire il vero non ho davvero cercato, ero solo indecisa sull acquisto visto che sapevo di andare a Roma e di trattenermi qualche giorno la vera indecisione riguardava se andare o meno da MAC a prendere il fondotinta.
Non reputo MAC una mecca, ma si trova a Termini e doveVO partire da lì all alba per tornare alla casa base, ma alla fine ho deciso di partire più tardi e tornare a casa con calma, quindi Termini è stata esclusa!
Tornando al fondotinta, quest anno volevo qualcosa di leggero e cercavo di orientarmi verso una BBcream o appunto il "bottiglione" della MAC, ma guarda e cerca, i colori delle BB non mi soddisfano mai davvero e come ho detto non avevo tanta voglia di ripartire da Termini.
La favola vuole che, alla fine per puro caso in parafarmacia il mio sguardo sia stato catturato dallo stand dell AVENE dove solitamente lascio una dose massiccia di denaro e tra le solite cose che adoro, ho visto il mio ultimo acquisto di makeup (foto in alto)

Lo sto usando da circa una settimana e mi trovo BENISSIMO, non è grasso - e nonostante la mia pelle secca con le BBcream ho sempre avuto bisogno di una cipria fissante per evitare lucidità - è coprente ma non crea un mascherone impenetrabile, quindi da una sensazione molto naturale, ha la protezione 15 che non fa mai male e le colorazioni sono ben 5 (questa che ho preso io è la numero 2), in definitiva sono rimasta contentissima dell acquisto.
L unica vera nota dolente è il packaging, il tubicino significa solamente una cosa, quando sembrerà finito dentro ce ne sarà ancora una grande quantità e quindi dovrò munirmi di pazienza e aprire il tutto e trasferirlo da un altra parte....cosa che dico sempre di dover fare ma che non faccio mai quindi non lo so cosa succederà quando saremo alla fine di questo fondo.
Però ho visto che della stessa linea c è anche compatto quindi quello è il prossimo da provare :)

Non amo il fondo compatto d inverno (o le polveri) perchè a causa della pelle secca e delle temperature basse sento il viso spaccarsi e un fondo fluido è la migliore scelta per me.

Couvrance Fond de teint prezzo 21.00 circa

nota: con il fondo mi è stato dato in prova il campioncino dello struccante - come puoi vedere dalla foto -, DELICATISSIMO e prossimo acquisto da fare!!!!

mercoledì 10 ottobre 2012

To be strong.

Here

There is a strange rule in life:
when they consider you as a strong person,
and you'll be so close to the abyss...
the only thing that you can do is to keep silent because:
you are the strong one.


Shame - Steve McQueen


Amo moltissimo questo film
mi ha lasciato senza fiato.

mercoledì 3 ottobre 2012

domenica 30 settembre 2012

Roma - Parco Botanico

Una volta sono stata qui.
Una foto fatta per caso mentre arrivavamo alla piazza del giardino.
E secondo me per essere una foto a caso è un pò speciale come lo è stato quel giorno.
Ci sono stati tanti momenti bellissimi e particolari in quella giornata e la cosa che adoro è ricordarli così chiaramente se mi soffermo appena un attimo...è come se fosse ieri e invece sono passati 7\8 anni.
Quel giorno mi sono sentita così tanto ME da lasciarmi senza fiato così tanto che
riesco ancora a guardare indietro con un sorriso che mi scalda il cuore.
Oggi io so che non era il luogo
ma sono contenta di ricordarlo perchè è stato più che speciale...oserei dire UNICO.

giovedì 27 settembre 2012

Il lavoro sporco.

Non so come la vedono gli altri, ma io odio fare il cambio di stagione!
O meglio la stragrande maggioranza CHE NE PARLA dice che lo odia ma in generale forse c è chi adora farlo! (FORSE)
In pratica io in casa mi sono tolta una camera da letto per avere un immensa cabina armadio argomentando che in questo modo non avrei dovuto più fare il cambio di stagione
BALLE
Ecco la situazione IERI (per tutto il giorno)

E notare che è stata invasa dall esplosione anche la camera da letto.
Ed ecco la situazione dopo un intera giornata dedicata al cambio stagionale dei vestiti

E' stato un duro lavoro ma qualcuno deve farlo.
Devo ammettere che ci ho provato a far sì che il cambio stagione fosse un utopia ma ho troppa roba, e non solo a ottobre devo anche partire per le vacanze e qualche cosa di estivo deve restarmi giù insomma morale della favola, il mio cambio stagione si articola in sali e scendi dalla scala tutto il dì ;).

Buon cambio stagionale a TUTTI!

mercoledì 26 settembre 2012

Zara - I love U

I miei ultimi acquisti in fatto di abbigliamento sono incentrati su un unico marchio:
Vuoi perchè qui nel mio paesino hanno chiuso tutto quello che io ero solita acquistare, vuoi perchè questo marchio al momento mi rappresenta più di chiunque altro.
Sto parlando - ohhhh come se già nel titolo non fosse chiaro - di Zara.
Purtroppo non è dietro l angolo e spesso preferisco vederle da vicino le cose più che comprarle online, anche se inizio a conoscere bene Zara quindi è possibile che presto acquisterò online quasi tutto (ieri è stata la prima volta che ho acquistato senza provare!!!!! Si sappia....odio provare i vestiti!).
Per fortuna però ogni volta che vado riesco a comprare qualcosa e a tornare a casa VERY HAPPY!




domenica 23 settembre 2012

Jay Asher - 13

Trama:
Clay torna da scuola e fuori dalla porta trova ad aspettarlo sette audiocassette numerate con dello smalto blu. Ascoltandole, scopre che a registrarle è stata Hannah, la ragazza per cui si è preso una cotta. La stessa ragazza che si è suicidata due settimane prima.
Nelle cassette, 13 storie: ognuna legata a una persona che ha dato ad Hannah una ragione per togliersi la vita...
La trama mi aveva intrigato molto, ecco il motivo per cui l ho cercato - come EBOOK - e sono riuscita ad averlo sia in inglese che in italiano.
Grandi aspettative non le avevo e non so dire il perchè ma poi una volta iniziato a leggere ho trovato la storia intrigante.
Le cassette, il mistero sulle persone che via via venivano citate dalla protagonista.....solo che poi ad un certo punto, mi sono persa.
Ho trovato le motivazioni stupide - forse perchè ho quasi il triplo dell età della protagonista - e sempre le stesse e gli atteggiamenti inutili, senza voler fare spoiler ma non voleva essere aiutata per esempio ma dice di cercare aiuto....

Insomma mentre all inizio sembrava mi avesse preso ho concluso il libro con un corri corri fino alla fine leggendo di fretta e senza neanche tanta attenzione.
Peccato perchè sembrava potesse avere delle possibilità visto che ho trovato interessante com è stato strutturato, mi riferisco al suicidio e alle cassette che spiegano e raccontano le ragioni....

Purtroppo io non ve lo consiglio proprio, leggete altro ;)

Buona lettura.


sabato 22 settembre 2012

Butterflies on a cake

Oggi mi sono regalata un pomeriggio solo per me!!!
Al diavolo la spesa per la settimana
al diavolo le lavatrici da fare
i panni da stendere
e la cabina armadio da sistemare
anche i capelli sono traumatizzati
ma ci penserò domani.
Oggi mi sono dedicata ad un dolcino...

Niente di particolare una torta margherita farcita di crema al mascarpone e chicchi di cioccolato
e tante farfalline come se fossero su di una nuvola.





martedì 18 settembre 2012

Borsa GEOX

Anche quest inverno....o meglio autunno sono rimasta affascinata da molte cose della GEOX.
Giorni fa mi era capitato di fare un giro proprio nel negozietto della GEOX e avevo visto questa borsa...
Pensa e ripensa ho iniziato a credere fosse davvero PERFETTA PER ME.
Devo dire che se per le scarpe mi sono presa un altra settimana di riflessione - qui da me c è un OUTLET - cn marchi tipo misssixty cafenoir -  voglio dare un occhiata prima lì perchè magari mi piace qualcosa che costa meno - devo dire che per la borsa non ho saputo resistere.
Rivedendola mi sono detta:
"E' lei!"

Mi pare di aver parlato già in passato di borse e di come per me vale l amore a prima vista
Volevo una borsa nera, capiente e non a tracolla.
Finalmente ti ho trovata!!!


domenica 9 settembre 2012

Una serata in compagnia.

Dopo il ricovero urgente di mio marito, e una settimana davvero esasperante a dividersi tra lavoro, commissioni e ospedale, nonostante la notte avessi il letto tutto per me (MERAVIGLIA), ho preferito che il paziente tornasse a casa.
Sono tornata a lavorare con più calma senza dover scappare ogni volta in ospedale e abbiamo ricevuto la visita dei nostri amici e con la BIGFAMILY (due amici che hanno due pupetti gemelli ;) ) ci siamo organizzati per una cenetta together.
Ho fatto un contorno semplicissimo di piselli, un rotolo di carne ripieno di prosciutto cotto, spinaci e frittatina e una torta azzardata, pan di spagna al cioccolato e crema per il tiramisù
Bagnata con latte e caffè è pesantissssssssssssssssssssssssssssssssssima ma molto molto buona!






Mi lamento, ma alla fine mettermi ai fornelli mi piace.




lunedì 3 settembre 2012

Le ho mai raccontato del vento del Nord - Daniel Glattauer


TRAMA:

Un'email all'indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l'impaccio iniziale, tra Emmi Rothner - 34 anni, sposa e madre irreprensibile dei due figli del marito - e Leo Leike - psicolinguista reduce dall'ennesimo fallimento sentimentale - si instaura un'amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi. Romanzo d'amore epistolare dell'era Internet, il romanzo descrive la nascita di un legame intenso, di una relazione che coppia non è, ma lo diventa virtualmente. Un rapporto di questo tipo potrà mai sopravvivere a un vero incontro?


Raramente acquisti un libro che ti colpisce per il titolo e alla fine ti lascia così.....
felice della scelta, del caso, della storia.
Il racconto si sviluppa sulle e-mail di due perfetti sconosciuti e se da un lato ti sentirai un pò osservatore, o spia se vuoi, dall altra, se hai esperienza di mail-friends riconoscerai piccoli particolari - la cosa che mi ha fatto ridere è come davvero a volte quando ci si scambia una mail la sensazione è quella di sentire la voce dell altro e quindi l intonazione di una determinata frase che vuole essere ironica o di disapprovazione o altro.
Mi ha colpito moltissimo il finale anzi a volerla dire tutta ho AMATO il finale che mi ha lasciata stupefatta e mi ha fatto anche pensare che era sicuramente l unico modo possibile x terminare questo racconto.
Insomma sono pienamente soddisfatta del racconto ma anche dell acquisto, soprattutto perchè è stato uno di quei libri comprati solo perchè il titolo rimescolava il mio animo.
Bel libro....consigliato!

Buona lettura

p.s. e poi si legge in un attimo - 192 pagine - io ho impiegato una serata

domenica 2 settembre 2012

Brava a letto - Jennifer Weiner

Trama:
Cannie Shapiro ha 28 anni. È carina, è spiritosa, ha tanti amici. Scrive, con humor e stile, per il quotidiano della sua città, il Filadelfia Examiner. È grassa. O, se preferite, "rotonda", "appetitosa", "sensuale". La cosa non la turba più di tanto, almeno fino alla mattina in cui la sua amica Samantha non le telefona sul posto di lavoro per chiederle "Lo hai visto?". Visto cosa? Il cosa è l'articolo che il suo quasi-ex-fidanzato, Bruce, giornalista per una popolare rivista di moda, dedica alle sue rotondità. Cannie è sconvolta. Lo shock la proietta in una dimensione nuova, fatta di dolore e insicurezza, ma anche di ironia, di incontri improbabili, di colpi di scena, delle scommesse e delle vittorie che le regaleranno l'anno più travolgente e incredibile della sua vita.

Lettura frivola...molto frivola, che mi ha fatto pensare ai libri di Kinsella - che odio TANTISSIMO - ma a differenza di quelli, che non riesco mai a terminare - l unico è stato La compagna di scuola ed è stato allucinante - questo sono riuscita a leggerlo anche se è estremamente scontato.
Penso che la differenza sia dovuta ai personaggi.
Io odio i personaggi che mi sono ritrovata nei libri che ho tentato di leggere di Kinsella (regalati) infatti, mentre in La compagna di scuola, La regina della casa e I love shopping ci troviamo davanti a donne isteriche senza il controllo sulla loro vita (non sono così ossessionata dal controllo ma un MINIMO sarebbe gradito) in questo libro Cannie anche se profondamente turbata riesce a respirare e a ragionare.
Ecco le protagoniste della Kinsella in un certo senso mi sembra che insultino il genere femminile, almeno Cannie nonostante le sue insicurezze riesce a darsi da fare....e certo anche lei affronta un tracollo è verrà salvata dal principe azzurro di turno (e non credo di fare spoiler lo si capisce tipo a 1\4 del libro!!!!) ma almeno quasi fino alla fine del libro si è data da fare da sola, senza aspettare sto cavolo di maschio salvatore (che a mio avviso è più irreale di un vampiro che sbrilluccica) che le riporti sulla retta via...
Insomma tornando a Brava a letto, mi ha intrigato il titolo e non conoscevo affatto la trama....ecco se leggevo la trama nn l avrei neanche considerato, ma non mi ha infastidito anzi sono riuscita anche a leggerlo.
Direi che è un buon libro da ombrellone ma ormai qui ci sono 18° (e grazie al cielo è finita anche quest estate e torno nel mio naturale mondo invernale!) quindi....potete anche pensare ad un altro libro magari.

Comunque sia
buona lettura SEMPRE!

p.s. Vi chiederete, ma se odi tanto Kinsella perchè lo leggi?!
Perchè mi sento spesso dire "WOW è la mia scrittrice preferita" o guardo le sue vendite e non mi spiego il perchè e io sono una che vuole documentarsi e farsi un opinione personale.....un pò come quando ho letto 3MSC e ho avuto dei terribili mancamenti! Terribile! Terribile!

domenica 19 agosto 2012

Rainbow life.

Looking at my internet pages... my diary on this blog
I notice that my life is a mixture of
fruits
travels
food
cakes
books... a lot of books
drawings
a sort of rainbow that gave me the sensation of happiness.
But now something is changing
there is another beautiful and incredible color in my life


my niece Maya.

venerdì 17 agosto 2012

Le luci di Settembre - C.R.Zafon





Trama:
Durante l'estate del 1937 Simone Sauvelle, rimasta vedova, abbandona Parigi assieme ai figli.
Trova lavoro come governante per il facoltoso fabbricante di giocattoli Lazarus Jann in una gigantesca magione chiamata Cravenmoore, dove l'uomo vive con la moglie malata. Tutto sembra andare per il meglio, ma eventi macabri e strane apparizioni sconvolgono l'armonia di Cravenmoore: Hannah, viene trovata morta e una misteriosa ombra si impossessa della tenuta. Spetterà ai due giovani Irene e Ismael lottare contro un nemico invisibile per salvare Simone e svelare l'oscuro segreto che avvolge la fabbrica dei giocattoli, un enigma che li unirà per sempre e li trascinerà nella più emozionante delle avventure in un mondo labirintico di luci e ombre.
Direi che gli ingredienti di Zafon ci sono tutti.
L amore incredibile che cerca di superare ogni ostacolo, l avventura, il soprannaturale, e dei luoghi magici.
Ho amato la descrizione di Cravenmoore che sembra un pò la fabbrica del cioccolato di Willy Wonka, anzi in un certo senso tutti quei giocattoli donano l immagine vivida di una casa, in un certo senso, inquietante.
Un libro che si leggere tutto d un fiato sotto l ombrellone o come l ho letto io, sul divano ;)

Buona lettura.

giovedì 16 agosto 2012

15 Agosto 2012






Posso dirlo
è stato il primo anno che mi sono divertita davvero perchè ne avevo le forze!
Quest anno diversamente dal solito Ashu non ha portato lasagne per 20 persone, insalata di riso per tutti e dolci a gogo - l anno scorso credo di aver fatto qualcosa come 10 kg di panna cotta - ma a parte la carne non ho dovuto fare altre commissioni.
In pratica finito di lavorare ho dovuto solo preparare la borsa delle cose che potevano essermi utili una volta in montagna, i pantajazz e la t shirt più vecchi in assoluto e le scarpe da ginnastica che uso solo per le scampagnate.
ERO PRONTA!
Ed ecco la differenza, non sono arrivata su in montagna stanca, non ho letto neanche una pagina (digitale) del libro che mi sono portata dietro, ma ho spinto io per

"ma la passeggiata?!"

Solitamente dopo pranzo morivo su una coperta e invece questa volta....
MI SONO DIVERTITA TANTISSIMO.

In pratica potrei anche dire che i lavativi allora hanno il loro perchè!!!! ahahahahahaha

Per le foto ringrazio Veronica, sono tutte sue, ma io da vecchietta non potevo arrampicarmi e portare dietro anche la macchina fotografica.
E devo dirlo.
CHE BELLA GIORNATA!

lunedì 13 agosto 2012

Sono nel tuo sogno - Isabel Abendi


Trama:
Aveva sentito come una lacrima, una lacrima insopprimibile, come se qualcuno le avesse strappato un capello con una pinzetta. Quel che resta a Rebecca, sedici anni, mamma ad Amburgo e papà a Los Angeles, è una strana sensazione di vuoto e di paura. Ma poi Lucian salta fuori dal nulla: un ragazzo senza un passato, uno che non sa chi è né ricorda da dove viene. Un tipo strano e bellissimo e che dà a Rebecca la rassicurante impressione di non essere più sola...

La cosa triste di questo libro è che è avvincente ma poi...come uno sciroppo versato in troppa acqua, perde "colore".
Mi è dispiaciuto molto perchè all inizio l ho davvero divorato ma quando nella tua testa si fa ben chiaro il ruolo di Lucian, ancora prima che venisse rivelato nel libro, quindi ho il sospetto di aver visto-letto o sentito già qualcosa del genere, il libro sfuma, vai avanti tanto per finire il libro ed io mi sono stupita di come leggessi una pagina in un nano secondo, cioè saltavo la noia e leggevo qualche parola per nn perdere il contesto, tipo, dove si trovavano e chi erano i personaggi coinvolti in quel momento.
SPOILER
La fuga al lago dei due è stata noioooooooooooooooooooooosa ma penso sia ormai cosa risaputa che non amo le parentesi romantiche...certo uno dovrebbe chiedersi....
li salti anche in altri libri!?

NO non è vero, non li salto in Baricco, o in Zafon....insomma non li salto quando sono scritti BENE che non è cosa facile - scrivere bene...
Il discorso della scrittura è molto complessa credo, a parte perchè innanzitutto a qualcuno può piacere e ad altri no, ma personalmente mi sono resa conto che quando la destrizione è fatta in un certo modo, prendi un Zafon, mi regala molte più emozioni.... l elenco di dove sono e cosa fanno forse sanno scriverlo tutti no?!
COMUNQUE per fortuna è un libro che non ha un seguito eh eh eh
è l unica cosa che ho veramente apprezzato ;)

Buona lettura.

lunedì 6 agosto 2012

Cono gelato e Muffin


Era da tanto che volevo provare - soprattutto perchè credevo il cono perdesse la sua croccantezza - e finalmente ho avuto un pò di tempo.
Ho fatto un semplice muffin alla vaniglia con chicchi di cioccolato e dopo aver riempito i coni gelato ho messo tutto in forno -ventilato- a 170°.
Una volta pronti ho seguito il consiglio che ho trovato online e li ho forati nella base per evitare che l umidità del muffin facesse ammorbidire il cono e devo dire ha funzionato.
Lo glassati con il cioccolato fondente e li ho serviti con panna montata - facile e veloce ;)

Personalmente la prossima volta varierò mettendo sopra del gelato o invece dei muffin fare qualcosa di più umido perchè per i miei gusti risulta troppo asciutto come dolce (anche se la panna aiuta molto).
Però carini e d' effetto, e facilissssssssimi da fare :)

domenica 5 agosto 2012

Libri libri libri!!!!

A volerla dire tutta non è colpa mia, è colpa di Simona che mi ha avvisata e di Amazon che fa queste offerte così succulente.
In pratica il tempo di alzarmi dal divano, di accendere il pc (ero connessa con il cellulare quando Simona mi ha avvisata su FB dell offerta)...e
click
click
click
ho fatto un pò di danni.
E' vero l estate sta finendo - grazie a dio - ma io d altronde vado in vacanza a fine ottobre quindi mi servono i libri no!?

Nota:
l offerta di Amazon era sui libri in inglese e la cosa mi ha reso molto felice perchè qui dove vivo cartacei ed in inglese, sono un pò impossibili da trovare....vivo pur sempre circondata dai monti ;)

Ecco cosa ho comprato, seguendo come al solito i miei occhi (la copertina) e la mente (il titolo)
Leggessi mai una recensione.....ehheheheheh
Prima di tutto una serie:




E poi